Euro 2008, l'Italia va avanti. Francia battuta 2-0. Ora c'è la Spagna

Euro 2008, l'Italia va avanti. Francia battuta 2-0. Ora c'è la Spagna

Euro 2008, l'Italia va avanti. Francia battuta 2-0. Ora c'è la Spagna

L'Italia ce la fa. Gli azzurri battono per 2-0 la Francia e con il successo dell'Olanda per 2-0 contro la Romania staccano il biglietto per i quarti di finale, dove l'Italia incontrerà la Spagna. La formazione di Donadoni ha saputo esprimere nel primo tempo un calcio straordinario, coronato dalla rete (su rigore) di Andrea Pirlo. Pur essendo in 11 contro 10, gli azzurri nella ripresa soffrono; una punizione di De Rossi deviata da Henry regala la qualificazione all'Italia.

 

La partita dell'Italia comincia nel migliore dei modi. La squadra di Donadoni attacca, mette pressione agli eterni rivali transalpini e offre un calcio-spettacolo che diverte le migliaia di tifosi azzurri presenti a Zurigo. Per Toni c'è subito l'occasione in apertura di gara di portarci in vantaggio, ma la fretta lo induce a sbagliare un gol che sembrava già fatto.

 

L'Italia continua a premere sull'acceleratore, mentre la Francia accusa per perdita di Ribery, infortunatosi dopo uno scontro con Zambrotta. La pressione sui francesi è tale che al 23' Toni si trova lanciatissimo contro il portiere francese; Abidal per fermarlo può solo buttarlo giù. Ma il fallo costa il calcio di rigore e l'espulsione.

 

Per l'Italia le cose non possono andare meglio e infatti anche il gioco si fa più brillante, se possibile. Toni cerca una magia con un colpo di tacco ‘al buio' che finisce fuori di poco. Gli azzurri producono una mole di gioco impressionante, ma non riescono a concretizzare sotto porta. Troppi gli errori commessi; si va a riposo con l'Italia in vantaggio e con un clamoroso palo colpito da Grosso su calcio di punizione.

 

Nella ripresa gli azzurri sembrano frastornati, quasi increduli di quanto sta succedendo. E sul campo questi sentimenti trasudano tutti; gli azzurri prendono troppi rischi e in più di un'occasione la Francia si fa pericolosa. Intanto da Berna arriva la notizia del primo gol dell'Olanda contro la Romania.

 

Ma a Zurigo non è finita, c'è ancora da soffrire. E' il momento peggiore della partita per l'Italia, che su un calcio di punizione trova lo sbocco. De Rossi calcia, Henry in barriera fa spuntare un piede; devia la traiettoria e batte il portiere transalpino. A Berna l'Olanda sembra seguire il copione azzurro, mettendo a segno la seconda rete. Per l'Italia la partita si trasforma in una mera gestione del vantaggio. Arriva il triplice fischio di chiusura, l'avventura azzurra ad Euro 2008 continua.

Commenti (3)

  • Avatar anonimo di Mattia
    Mattia

    Li abbiamo battuti, onore comunque all'Olanda che ha dimostrato che non si va mai in campo per perdere. Donadoni è comunque riuscito a sbagliare anche stavolta: nonostante la Francia fosse in 10 e non ci fosse bisogno di contenerli, ha tolto il migliore in campo (Pirlo) nonostante sia squalificato la prossima partita...quindi non c'era nemmeno bisogno di farlo riposare. E la squadra ha smesso di rendersi pericolosa nell'ultima mezzora Mi chiedo inoltre cosa si sia portato Borriello a far che, se tiene comunque in campo un Toni inguardabile (se si esclude il calcio di rigore di ieri) in tutte e tre le partite. Speriamo si sblocchi, ma l'idea di avere Pippo Inzaghi a Milano Marittima fa felici solo i tifosi della Spagna.

  • Avatar anonimo di Marco
    Marco

    Per fortuna ce lo dici tu, altrimenti non ce n'eravamo accorti... cmq grande Toni, peccato non sia riuscito a trovare il gol, se lo meritava!

  • Avatar anonimo di nicla
    nicla

    ok. siamo riusciti a batterli. ok

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -