Fia, Todt: ''sarò un presidente neutrale se eletto''

Fia, Todt: ''sarò un presidente neutrale se eletto''

Fia, Todt: ''sarò un presidente neutrale se eletto''

PARIGI - ''Sarò un presidente neutrale se verrò eletto. E' fondamentale agire come il guardiano dell'indipendenza della federazione". Jean Todt, candidato alla presidenza della Federazione internazionale dell'automobile (Fia), lancia messaggi rassicuranti in vista delle elezioni di ottobre. Todt è stato definito il ''successore ideale'' dal presidente uscente Max Mosley.

 

Tra due mesi, l'ex team principal della Ferrari dovra' confrontarsi con l'ex rallysta finlandese Ari Vatanen, altro pretendente alla poltrona. Todt, per anni legato alla casa di Maranello, tiene a precisare che in caso di elezione interpretera' il ruolo con estremo equilibrio.

 

''All'inizio qualcuno affermava che io fossi la prima scelta della Ferrari per la presidenza. Poi, si diceva che la Ferrari non mi volesse. La scuderia ha risposto dicendo che era neutrale. Sono pienamente d'accordo: dovrebbero essere neutrali come lo saro' io nei confronti di tutti i team, se saro' eletto'', ha affermato il francese.

 

''E' una questione di impegno e professionalita'. I successi che ho ottenuto, con tutti i team con cui ho lavorato, si sono basati sulla professionalita' e sulla dedizione totale. Il mio approccio alla Fia non e' diverso: in caso contrario, non prenderei in considerazione l'ipotesi di candidarmi''.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -