Fiorentina, De Silvestri: "Son scappato da Lotito"

Fiorentina, De Silvestri: "Son scappato da Lotito"

Il primo ringraziamento di Lorenzo De Silvestri da giocatore della Fiorentina e' per i suoi nuovi compagni "perche' mi permetteranno di disputare ancora la Champions League".

 

Un difensore in fuga: "Io non sono andato via dalla Lazio, ma dal presidente della Lazio. Io sono un tifoso della Lazio, ma non c'erano piu' le condizioni per rimanere. E' stata una scelta difficile. Non posso spiegare il mio rapporto con Lotito perche' rischierei il deferimento. Se volete saperlo dove chiedere a tre persone come Osti, Sabatini e Persichetti, persone che sono state buttate fuori dalla Lazio senza motivo. Il mio anno difficile nella stagione scorsa? Io ho fatto fatica dopo essere tornato dalle Olimpiadi con lo stiramento. Mi sono impegnato duramente negli allenamenti, ho combattutto per il posto. Non e' vero, come dice il presidente, che ho avanzato pretese sul mio impiego da titolare".

 

Nuova vita in viola: "La Fiorentina ha dimostrato grande voglia di prendermi. Questa e' una societa' che lavora sui giovani, dove c'e' un progetto. Per me questo e' stato importante". Poteva andare al Milan...

 

"L'interesse c'era in effetti. Col mio procuratore pero' abbiamo deciso che Firenze sarebbe stata una piazza piu' adatta a me. Quando saro' pronto? Entrero' in punta di piedi, come si fa' quando si approda in un nuovo gruppo. Dopo tanti anni a Roma dovro' riambientarmi, ma sara' facile con questo gruppo. Io sono uno che spinge sulla fascia, poi ci pensera' il mister a decidere. Mi hanno parlato molto bene di Prandelli, e' uno che insegna calcio. Penso che dopo la sosta potrei essere a disposizione".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -