Ferrari, Domenicali: ''In queste condizioni non potremo lottare in Brasile''

Ferrari, Domenicali: ''In queste condizioni non potremo lottare in Brasile''

Ferrari, Domenicali: ''In queste condizioni non potremo lottare in Brasile''

MARANELLO - La Ferrari vista a Shanghai non sarà in grado di lottare in Brasile per i titoli mondiale. E' il pensiero di Stefano Domenicali, responsabile della gestione sportiva di Maranello, all'indomani del Gran Premio della Cina, vinto con autorità e scioltezza da Lewis Hamilton. "Non possiamo lottare in Brasile per i titoli se siamo in una condizione come questa, dove la nostra macchina è meno competitiva, con un divario così grande dal nostro rivale principale, la McLaren", ha dichiarato Domenicali.

 

"La cosa che dobbiamo capire, andando in Brasile, è perché sia stato possibile questo risultato, considerando che a Singapore e al Fuji eravamo davvero competitivi, sia in termini di giri veloci sia per quel che riguarda l'andatura in gara", ha proseguito il team principal. Secondo Domenicali in termini di prestazioni quella di Shanghai, insieme alla Germania, è stata per la Scuderia di Maranello la peggiore gara dell'anno. "L'unico aspetto comune è stato il tipo di gomme utilizzato e dobbiamo capire se proprio questo sia stato il problema, ma non credo", ha aggiunto. La mancanza di aderenza "ci ha impedito di essere abbastanza competitivi, ma soprattutto non abbiamo avuto la stessa maneggevolezza nel primo settore", ha spiegato.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Hamilton ad Interlagos avrà a disposizione sette punti di vantaggio rispetto a Massa. La Ferrari, invece, dovrà gestire 11 lunghezze di margine nel Mondiale costruttori. ''In questo fine settimana i nostri avversari sono stati più veloci di noi - ha ammesso Domenicali -. Forse hanno fatto un lavoro migliore, ma in ogni caso erano più veloci, questo è certo".  Le differenze sono apparse evidenti sin dalle prime prove libere: "abbiamo visto già da venerdì che avevano un'andatura migliore della nostra e facevano giri piu' veloci". In gara, Hamilton non ha fatto ''nessun particolare sforzo. Era semplicemente piu' veloce di noi. Se si considera cosa potevamo fare in queste condizioni, dico che abbiamo ottenuto il massimo''.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -