Gp Bahrain, Schumi: "Squadra carica". Rosberg: "Dubbi sulle gomme"

Digerito il boccone amaro per il ritiro in Cina che l'ha privato di un possibile podio, Michael Schumacher guarda con ottimismo al Gran Premio del Bahrain, quarto round del mondiale di F1

Digerito il boccone amaro per il ritiro in Cina che l'ha privato di un possibile podio, Michael Schumacher guarda con ottimismo al Gran Premio del Bahrain, quarto round del mondiale di F1. “La vittoria di Nico (Rosberg, ndr) ha dato alla squadra una grande spinta – ha affermato il portacolori della Mercedes Gp -. Anche questo weekend cercheremo di riperterci”. Nonostante la competitività dimostrata a Shanghai, il sette volte campione del mondo non si sbilancia quanto alle possibilità di lotta al titolo.

“Tutto è ancora gioco e nessuno può esser sicuro di nulla – ha evidenziato l'ex pilota della Ferrari -. Nelle prime gare ci sono stati tre vincitori diversi e questo dimostra che ci sono numerose squadre che lottano alla pari”. E' ottimista anche il fresco vincitore della Cina, che ha riportato la casa di Stoccarda al vertice dopo quasi 57 anni dall'ultimo successo di Juan Manuel Fangio. A Sakhir il tedeschino ha debuttato in Formula Uno nel 2006, piazzando subito il giro più veloce in gara.

“E' una pista che mi piace parecchio – ha sottolineato Rosberg -. C'è poco carico aerodinamico, brusche frenate e curve veloci. Penso che la nostra vettura si possa adattare bene, anche se ci sarà il punto interrogativo della resa delle gomme. Qui infatti troveremo temperature più alte rispetto alla Cina”, ha concluso.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -