Gp Bahrain, torna a ruggire Vettel. Alonso 9°

Torna a ruggire Sebastian Vettel. Il due volte campione del mondo della Red Bull ha conquistato la pole position del Gran Premio del Bahrain, quarto round del mondiale di F1

Torna a ruggire Sebastian Vettel. Il due volte campione del mondo della Red Bull ha conquistato la pole position del Gran Premio del Bahrain, quarto round del mondiale di F1. Il tedesco, alla sua 31esima partenza dal palo, ha girato in 1’32”422, battendo per appena 98 millesimi la McLaren Mercedes di Lewis Hamilton. “Avevamo aspettative diverse ad inizio stagione, abbiamo migliorato trovando la soluzione migliore e la squadra ha lavorato duramente per reagire”, ha detto Vettel.

“Non me l’aspettavo, ma già nella Q2 avevo capito che c’era potenziale per fare bene”, ha proseguito il tedeschino. “Sono soddisfatto del lavoro fatto per migliorare il set-up – ha ribattuto Hamilton -. Nella Q1 ho capito che c’era qualcosa da migliorare, ma alla fine le qualifiche sono andate bene. C’è sempre da spingere”. Seconda fila praticamente fotocopia, con Mark Webber (1’32”637) davanti a Jenson Button (+0.289).

“Abbiamo lavorato bene durante il weekend – ha evidenziato l’australiano -. Siamo soddisfatti di esser davanti in griglia, anzi sono sorpreso della nostra competitività in una pista che richiede forza e strategia”. Solo quinto tempo per la Mercedes Gp di Nico Rosberg, che però ha preservato un set di gomme morbide per la gara. “Mi aspettavo di più, ma in generale abbiamo lavorato per la gara. Sono ottimista”, ha detto il tedesco. Al suo fianco scatterà la Toro Rosso dell’australiano Daniel Ricciardo.

Settimo tempo per la Lotus Renault del francese Romain Grosjean davanti alla Sauber di Sergio Perez. Fernando Alonso ha ancora una volta limitato i danni con la Ferrari, centrando la nona posizione davanti alla Force India di Paul Di Resta. “Abbiamo usato tutte le gomme morbide e siamo arrivati nella Q3 con le mani vuote, e abbiamo scelto di non girare per scegliere che tipo di pneumatici usare nel primo stint”, ha osservato lo spagnolo.

“Sulla carta non è un circuito buono per noi, ma la macchina non è andata ne peggio né meglio rispetto alla Cina e la Malesia – ha proseguito il bi-campione del mondo -. E’ un weekend buono e speriamo di fare una gara per prendere punti. Fino all’ultimo giro sarà una gara da stare attenti. Ci saranno tanti pit-stop, sorpassi. Siamo riusciti a preservare i medi, sperando che ci dia una mano”.

Male Felipe Massa, 14esimo, mentre Michael Schumacher, condizionato da un problema all’ala mobile della sua Mercedes Gp, partirà 18esimo. Il sette volte campione del mondo potrebbe esser la scheggia impazzita della domenica, poiché avrà a disposizione diversi treni di gomme nuove. Sul suo stesso piano anche la Williams di Pastor Maldonado, che partirà 22esimo per la sostituzione del cambio. Il venezuelano potrebbe esser tra le sorprese della gara.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -