Gp Cina, 4° posto con brivido per Webber. Vettel 5° in rimonta

La Red Bull archivia il weekend di Shanghai con il quarto posto di Mark Webber ed il quinto di Sebastian Vettel. “Non è un brutto risultato – ha esordito l’australiano -, ma potevamo fare meglio visto il gap dagli altri"

La Red Bull archivia il weekend di Shanghai con il quarto posto di Mark Webber ed il quinto di Sebastian Vettel. “Non è un brutto risultato – ha esordito l’australiano -, ma potevamo fare meglio visto il gap dagli altri. Ad un certo punto sono sceso fino alla 14esima posizione, quindi devo esser contento di come è finita”. Per Webber anche il brivido di un’uscita di pista sul cordolo, con la sua Red Bull che si è impennata fortunatamente senza spiccare il volo.

“Ho commesso un errore finendo largo – ha ammesso l’australiano -. Sono finito su alcuni frammenti di gomma ed ho perso aderenza. Per fortuna la vettura non ha riportato danni”. Quanto alla strategia, Webber si è detto contento: “E’ un rischio fare tre pit stop, ma è andata bene. Ora dobbiamo continuare a lottare per migliorare”. Il due volte campione del mondo Vettel è risalito fino alla quinta posizione nonostante una terribile partenza.

“Al primo giro mi sono ritrovato quindicesimo – ha affermato il tedesco -. Non sono partito bene, i riflessi non sono stati positivi. Ero un po’ confuso rispetto alle altre volte. Grazie alla strategia siamo risaliti nelle posizioni che contano”. Nel finale Vettel si è ritrovato addirittura seconda, salvo poi esser sopravanzato dalle McLaren di Jenson Button e Lewis Hamilton e dal compagno di squadra Webber. “Avevo finito le gomme, ho lavorato sul ripartitore di frenata e il differenziale, ma inutilmente”.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -