Gp Cina, Alonso "bacchetta": "Strategia non perfetta"

Fernando Alonso “bacchetta” la Ferrari dopo il nono posto ottenuto nel Gran Premio di Cina. “In Malesia la strategia è stata ottima, qui invece abbiamo sbagliato qualcosa", ha esordito lo spagnolo

Fernando Alonso “bacchetta” la Ferrari dopo il nono posto ottenuto nel Gran Premio di Cina. “In Malesia la strategia è stata ottima, qui invece abbiamo sbagliato qualcosa – ha esordito lo spagnolo -. Sono sempre rimasto imbottigliato nel traffico”. Lo spagnolo, che ha perso la leadership del campionato per otto punti, è stato preceduto anche dalle Williams di Bruno Senna e Pastor Maldonado: “Le nostre potenzialità sono migliori. La macchina non era malvagia in gara”.

Sulla strategia basata su tre soste, il bi-campione del mondo ha spiegato che era impostata all’attacco, “perché sei più veloce alla fine”. Ma la F2012 soffre sui rettilinei ed Alonso è costretto a rischiare in punti impossibili, come nel caso di Maldonado: “Quando inventi cose strane può andare male", ha ammesso lo spagnolo. Anche Felipe Massa, ancora a secco di punti, critica la strategia basata su due pit-stop: “Non ha funzionato così bene. Sono un po' più contento per me, per la mia gara”.

Tuttavia il brasiliano non è affatto contento del rendimento della rossa: “Tante vetture vanno forte e dobbiamo lavorare per rendere veloce anche la nostra". Deluso anche Pat Fry, il direttore tecnico di Maranello: "La gara era difficile già dalla posizione di partenza – ha esordito -. C’era molto traffico e abbiamo scelto una tattica su tre soste per Fernando, come l'anno scorso, per superare alla fine. Ma non è stato possibile, ed è stato un po' frustrante".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -