Gp Cina, exploit Mercedes Gp: prima pole di Rosberg. Alonso 9°

Le frecce d’argento, complice la penalità in griglia di cinque posizioni di Lewis Hamilton per la sostituzione del cambio, hanno monopolizzato la prima fila del Gran Premio di Cina

La diavoleria del condotto F-duct all’anteriore ideata da Ross Brawn fa volare la Mercedes Gp. Le frecce d’argento, complice la penalità in griglia di cinque posizioni di Lewis Hamilton per la sostituzione del cambio, hanno monopolizzato la prima fila del Gran Premio di Cina, terzo round del mondiale di F1. Ma davanti a tutti non c’è il sette volte campione del mondo Michael Schumacher, bensì Nico Rosberg, alla prima partenza del palo della carriera.

Rosberg ha tirato fuori dal cilindro un giro semplicemente perfetto, fermando il cronometro sul tempo di 1’35”121, rifilando ben 570 millesimi all’ex ferrarista. In Australia e Malesia le Mercedes Gp si sono dimostrate competitive sul giro secco, ma non altrettanto in gara, condizionate da un eccessiva usura delle gomme posteriori che hanno portato ad un misero bottino di un punto (il decimo punto di Schumacher a Sepang).

L’interrogativo è d’obbligo. Rosberg e Schumi faranno da tappo o durante la sosta tra la Malesia e la Cina sono state trovate le soluzioni necessarie per sfruttare al meglio le Pirelli? Pronti ad approfittare dei guai delle monoposto dalla stella a punta ci sono uno scatenato Kamui Kobayashi con la Sauber e l’ex iridato Kimi Raikkonen con la Renault, che partiranno rispettivamente dalla terza e quarta posizione.

Dopo 41 gare non scatterà dalla top ten Sebastian Vettel, solo undicesimo ed in difficoltà con la sua Red Bull con la vecchia configurazione di scarichi. Il compagno di squadra Mark Webber, con la vettura aggiornata con gli scarichi alti, si è piazzato in sesta posizione e partirà alle spalle della McLaren di un opaco Jenson Button. Settimo Hamilton, che senza la penalità sarebbe scattato al fianco di Rosberg, dal quale ha beccato ben 505 millesimi.

Sarà una domenica di passione per le Ferrari. Fernando Alonso ci ha messo del suo per portare la sua rossa al nono posto, alle spalle della Sauber di Sergio Perez. Lo spagnolo ha “beccato” dalla pole position ben 1.501. Soffre, ma dà piccoli segnali di risveglio Felipe Massa, dodicesimo.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -