Gp Cina, Rosberg nella storia della Mercedes. Schumi mastica amaro

L’impresa a Shanghai è stata firmata da Nico Rosberg, al primo successo in Formula Uno dopo 111 gran premi. Partito dalla pole, il tedesco è stato autore di una gara praticamente perfetta

Torna a brillare la stella a tre punte. A quasi 57 anni dall’ultimo successo di Juan Manuel Fangio, la Mercedes è tornata sul gradino più alto del podio. L’impresa a Shanghai è stata firmata da Nico Rosberg, al primo successo in Formula Uno dopo 111 gran premi. Partito dalla pole, il tedesco è stato autore di una gara praticamente perfetta, senza patire l’eccessivo consumo dei pneumatici che l’avevano condizionato prima a Melbourne e poi a Sepang.

"E' incredibile – esclama Rosberg -. Stiamo progredendo molto velocemente. E’ un momento molto speciale, è andato alla perfezione: sabato la mia prima pole position, ora la mia prima vittoria in Formula Uno, è davvero fantastico”. Il figlio del grande Keke, campione del mondo nel 1982, si è detto anche “orgoglioso del fatto che la squadra ha migliorato in fretta la vettura”. “Non dimenticherò mai questa gara. Gli ultimi 20 giri non sembravano passare mai”.

Tagliato il traguardo è stata la volta dei festeggiamenti, anche se il tedesco resta con i piedi per terra: “Non siamo ancora dove vorremmo essere, stiamo ancora lavorando duramente per capire la macchina e le gomme in tutte le condizioni. Vedremo come andremo in Bahrain”. Poteva esser doppietta se Michael Schumacher non fosse stato costretto a parcheggiare la sua freccia d’argento al 15esimo giro mentre era in seconda posizione, a causa di una ruota fissata male dopo il pitstop.

“Ho notato che alla curva 3 c’era qualcosa non andava con la gomma anteriore destra - ha spiegato il sette volte campione del mondo -. Dalla curva 6 c'era un po 'di fumo e danni e a quel punto ho pensato che era meglio fermarsi prima di fare seri danni alla vettura”. L’ex ferrarista non ha rimpianti: “Mi sento un po' dispiaciuto per uno dei miei ragazzi che credo che si senta responsabile, ma fa parte del gioco. Stavamo comunque andando forte”. Per l’episodio di Schumacher, i Commissari di Gara hanno multato la Mercedes Gp di 5mila euro di multa.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -