Gp Corea, Vettel: è sorpasso. Alonso: "Non siamo competitivi"

Il sorpasso annunciato è arrivato. Sebastian Vettel ha dominato il Gran Premio di Corea, quint'ultima prova del campionato, prendendosi anche la leadership del campionato con un margine di sei punti su Fernando Alonso

Il sorpasso annunciato è arrivato. Sebastian Vettel ha dominato il Gran Premio di Corea, quint'ultima prova del campionato, prendendosi anche la leadership del campionato con un margine di sei punti su Fernando Alonso. Lo spagnolo, preceduto da Mark Webber, rischia di precipitare in una crisi di nervosismo, dettata da una Ferrari inferiori alla Red Bull e ad un Vettel che in tre gare ha fatto bottino pieno, con 75 punti.

La gara è stata tutt'altro che emozionante, con Webber che ha perso la pole position al via e Alonso bravo ad infilare la McLaren Mercedes di Lewis Hamilton, solo decimo al traguardo al termine di una corsa piuttosto travagliata. Ancora segnali incoraggianti da Felipe Massa, quarto e soprattutto con un passo gara migliore del suo caposquadra che gli avrebbe permesso probabilmente di insidiare la seconda posizione di Webber.

Se la situazione non cambia è difficile pensare che Alonso possa insidiare Vettel. E l'asturiano nè è consapevole: "Non siamo competitivi - ha evidenziato amareggiato -. Per vincere serve un ultimo step per essere competitivi come le Red Bull". Sprizza gioia Vettel: "E' stata una gara fantastica, sarà dura per il campionato. Quest'anno è altalenante e molte cose possono ancora accadere. Dobbiamo concentrarci su noi stessi e dare il massimo".

Positivo invece Massa: "Ho tenuto un passo buonissimo e sono andato molto vicino alle prestazioni che ho fatto quando ho vinto. Ho sfruttato la macchina al 100%". Ad un certo punto il brasiliano è stato invitato a rallentare: "Se ho alzato il piede con Alonso davanti? L'ho alzato molto. Ma va bene così, perchè Fernando è in lotta per un traguardo importante".

Quinto Kimi Raikkonen, sempre terzo in campionato, davanti alla Force India di Nico Hulkenberg e alla Lotus di Romain Grosjean. Detto di Hamilton, a completare la top ten le Toro Rosso di Jean Eric Vergne e Daniel Ricciardo. Ora gli Circus della F1 sbarcherà in India, dove la Ferrari dovrà mostrare consistenti miglioramenti per tornare ad impensierire le Red Bull.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -