Gp Malesia, Alonso: "Correremo in difesa"

La Ferrari correrà in difesa anche in Malesia. Fernando Alonso avverte i tifosi della Ferrari: “ci sarà da soffrire”.

La Ferrari correrà in difesa anche in Malesia. Fernando Alonso avverte i tifosi della Ferrari: “ci sarà da soffrire”. La F2012 che si è presenterà a Sepang è la stessa con la quale il due volte campione del mondo ha conquistato un insperato quinto posto. “ Dovremo cercare di adattarla al meglio” alle caratteristiche della pista malese, ha osservato lo spagnolo. Due i punti sui quali si lavorerà nel weekend: carico aerodinamico e degrado delle gomme, che saranno messe a dura prova dal caldo.

A Melbourne la Ferrari si è dimostrata inferiore anche in termini di velocità di punta. E a Sepang ci sono due rettilinei molto lunghi: “un deficit di velocità di punta si paga più a caro prezzo rispetto a Melbourne, dove i due rettifili dove si poteva usare il DRS erano abbastanza corti”, ha evidenziato Alonso. Un idea precisa dei valori in campo si potranno avere già nella seconda sessione di prove libere potremo forse avere un'idea più precisa.

Inoltre pesa l'incognita pioggia. “Non c'é altro posto al mondo dove si passi dal sole accecante alla pioggia torrenziale nello spazio di pochi minuti – ha sottolineato l'asturiano -. Nemmeno a Spa c'é una variabilità così accentuata. Bisognerà tenere gli occhi aperti e il radar bene in vista sul muretto per poter gestire nella maniera migliore un eventuale cambiamento delle condizioni”.

Il meteo indica un'elevata possibilità di pioggia sia per le qualifiche che per le gara, ma Alonso non si fida delle previsioni. “L'importante è reagire prontamente e cogliere tutte le opportunità – ha evidenziato -. L'unica certezza assoluta è che farà caldo. Molto caldo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -