Gp Malesia, delusione Mercedes. Schumi: "C'è tanto da lavorare"

C’è delusione in casa Mercedes Gp dopo il Gran Premio della Malesia. Michael Schumacher, condizionato da un contatto con la Lotus Renault di Romain Grosjean, non è andato oltre la decima posizione

C’è delusione in casa Mercedes Gp dopo il Gran Premio della Malesia. Michael Schumacher, condizionato da un contatto con la Lotus Renault di Romain Grosjean, non è andato oltre la decima posizione, mentre Nico Rosberg ha chiuso addirittura 13esimo. “E’ un peccato prendere solo un punto dopo il terzo posto ottenuto nelle qualifiche – ha esordito il sette volte campione del mondo -. La gara si è decisa nel contatto subito dopo la partenza”.

Schumi ha osservato che prima della bandiera rossa l’obiettivo era restare in pista e non commettere errori: “Non si vedeva nulla, a mio giudizio è stato giusto sospendere la gara”. Nella seconda parte, l’ex ferrarista non si è detto deluso del suo ritmo: “Dobbiamo comunque lavorare parecchio per portare la competitività che abbiamo in qualifica anche in gara. Sono sicuro che la squadra sa già come risolvere questo inconveniente. Ci vorrà un po’, comunque siamo migliorati”.

“E’ stata una giornata sfortunata – ha affermato Rosberg -. Con la strategia sono risalito fino al quarto posto, ma poi le gomme si sono consumate parecchio. Ed ho dovuto fare un pit-stop in più”. Il tedesco si è comunque detto soddisfatto del ritmo con le gomme slick: “Sono riuscito a superare Jenson Button”. Rosberg condivide il parere di Schumacher: “Siamo veloci in qualifica, ma per esserlo in gara c’è ancora tanto lavoro da fare”.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -