Gp Malesia, la Ferrari alla ricerca della velocità di punta

Fernando Alonso, reduce dal quinto posto di Melbourne, è già arrivato nel caldo umido di Kuala Lumpur per adattarsi in fretta alle condizioni atmosferiche in vista del Gran Premio della Malesia

Fernando Alonso, reduce dal quinto posto di Melbourne, è già arrivato nel caldo umido di Kuala Lumpur per adattarsi in fretta alle condizioni atmosferiche in vista del Gran Premio della Malesia, secondo round del mondiale di F1. Stefano Domenicali e Pat Fry, intanto, hanno fatto rotta verso Maranello per risolvere il problema della velocità di punta. Uno dei punti sui il Cavallino Rampante dovrà lavorare di più. A Melbourne Alonso ha accusato 10 chilometri dalle McLaren.

In Malesia non ci saranno novità di rilievo dal punto di vista tecnico. Bisognerà cercare di adattare al meglio la F2012 alle caratteristiche del tracciato malese, trovando il giusto compromesso fra carico aerodinamico e velocità di punta. Il primo e il terzo settore sono caratterizzati da due lunghi rettilinei. Proprio la velocità di punta è stata indicata da Domenicali e dai piloti come una delle aree su cui si deve lavorare molto per portare la F2012 all'altezza delle migliori vetture del lotto.

Felipe Massa arriverà martedì in Malesia. Il brasiliano dovrà riscattare un inizio di stagione pessimo. Impietosa la differenza di prestazioni nelle qualifiche con Alonso. Ed in gara il brasiliano ha girato in media un secondo più lento della rossa gemella. In molti spingono per portare a Maranello il messicano della Sauber Sergio Perez, che rientra nel programma dei giovani piloti Ferrari.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -