Gp Malesia, Vettel ancora battuto da Webber: "Non avevo grip"

Non è felice per la quinta piazza in griglia, ma “la macchina ha potenziale. L’unico problema è che lottiamo per sfruttarlo”. Questa l’analisi lucida di Sebastian Vettel dopo le qualifiche del Gran Premio della Malesia

Non è felice per la quinta piazza in griglia, ma “la macchina ha potenziale. L’unico problema è che lottiamo per sfruttarlo”. Questa l’analisi lucida di Sebastian Vettel dopo le qualifiche del Gran Premio della Malesia, secondo round del mondiale di F1. Il tedesco ha comunque giocato sulla strategia, realizzando la sua prestazione con gomme a mescola dura. Chi partirà davanti invece avrà il primo stint di gara con le gomme morbide.

Vettel avrà così la possibilità di poter sfruttare le morbide sul finale di gara, ma tutto dipenderà anche dall’eventuale pioggia. In ogni caso il bi-campione del mondo ha evidenziato difficoltà sul giro secco: “Non avevo grip e la macchina scivolava parecchio. In ogni caso i tempi si sono ravvicinati. In Australia però abbiamo dimostrato di aver un buon passo. Sarà una gara molto combattuta. Sappiamo quale sarà il nostro obiettivo”.

Il tedeschino è stato battuto per la seconda volta di fila da Mark Webber, che partirà dalla quarta posizione. “Non è stata una brutta giornata – ha esordito l’australiano -. A Melbourne siamo stati un po' più veloci in gara che in qualifica e, guardando il gap con la pole, sembra che siamo due o tre decimi ed è un passo nella giusta direzione. Il margine tra le prime quattro file è molto ridotto. Sarà un bello spettacolo per gli appassionati. Noi ce la giocheremo”.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -