Gp Monaco, Alonso fa sognare i ferraristi. Sue le prime libere

Gp Monaco, Alonso fa sognare i ferraristi. Sue le prime libere

Gp Monaco, Alonso fa sognare i ferraristi. Sue le prime libere

MONACO - Svetta Fernando Alonso nella prima giornata di prove libere del Gran Premio di Monaco, sesto round del mondiale di F1. Il ferrarista ha realizzato la migliore prestazione in 1'15''123, candidandosi ad esser tra i protagonisti nella battaglia per le pole. Lo scorso anno lo spagnolo fu costretto a saltare le qualifiche per aver danneggiato la sua rossa nelle libere del mattino. Alle spalle di Alonso si è piazzata la McLaren di Lewis Hamilton, a 105 millesimi.

 

Molto bene anche Nico Rosberg, che ha portato la sua Mercedes Gp al terzo posto malgrado qualche problema al kers. Il tedesco, a 198 millesimi dalla vetta, ha preceduto la McLaren di Jenson Button e la Red Bull di Sebastian Vettel, con il tedeschino che si è concentrato in particolar modo sulla gara. Il dominatore di questo inizio di stagione, a 544 millesimi da Alonso, ha preceduto la Ferrari di Felipe Massa (1'15''781), che ha rischiato di finire più volte contro il muro.

 

Settimo Michael Schumacher, tornato in pista grazie al lavoro dei meccanici che hanno rimesso a posto la sua Mercedes Gp dopo l'incidente Sant Devota. Il sette volte campione del mondo ha preceduto la Red Bull di Mark Webber, bloccato al mattino da un guasto al cambio, la Force India di Adrian Sutil e la Renault di Nick Heidfeld. Non è riuscito invece a girare Vitantonio Liuzzi poiché i meccanici non sono riusciti a sistemare la sua Hrt danneggiata al mattino.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel turno pomeridiano uscita di pista per Vitaly Petrov che ha rotto l'alettone della sua Renault, sbattendo contro il guard-rail alla chicane del porto. I ferraristi possono sognare. Come nel 2010, Alonso si è dimostrato veloce fin dalle prime battute. Lo spagnolo è stato competitivo non solo nel giro secco, ma anche sulla lunga distanza. La vittoria sembra non esser un'utopia.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -