Gp Turchia, patatrac Red Bull. Vince Hamilton, male le Ferrari

Gp Turchia, patatrac Red Bull. Vince Hamilton, male le Ferrari

Gp Turchia, patatrac Red Bull. Vince Hamilton, male le Ferrari

ISTANBUL - Sono arrivate le sportellate tra le Red Bull ad infiammare il Gran Premio di Turchia. Mark Webber e Sebastian Vettel hanno gettato al vento una schiacciante doppietta, alla faccia del gioco di squadra. Il patatrac è arrivato al giro numero 41 quando il tedeschino ha deciso di rompere gli indugi, attaccando all'interno l'australiano che si stava avviando alla terza vittoria consecutiva. Webber ha tenuto la sua traiettoria impostata per la curva successiva ed il contatto è stato inevitabile.

 

A farne le spese è stato Vettel, costretto al ritiro. Webber è riuscito invece a limitare i danni portando a casa un terzo posto nonostante una sosta supplementare ai box per la sostituzione del musetto danneggiato dal contatto. La vittoria è andata a Lewis Hamilton, la prima stagionale, davanti al compagno di squadra Jenson Button. Ma anche i due piloti della McLaren Mercedes sono andati vicino alla frittata.

 

Il campione del mondo in carica ha attaccato con successo l'ex iridato, ma Hamilton è stato bravo a non perdere la scia della MP4-25 numero 1 e a ripassarlo in fondo al rettilineo d'arrivo. Buon quarto posto per Michael Schumacher, davanti al compagno di squadra Nico Rosberg e alla Renault di Robert Kubica. Poi le Ferrari, che hanno celebrato il loro Gran Premio numero 800, con un settimo posto di Felipe Massa e l'ottavo di Fernando Alonso. Nella top ten anche la Force India di Adrian Sutil e la Sauber-Ferrari di Kamui Kobayashi.

 

A due settimane dal Gran Premio del Canada a Montreal Webber guida con 93 punti, cinque in più di Button. Seguono Hamilton con 84, Alonso con 79 e Vettel con 78. La McLaren guida con 172 punti, con un margine di una lunghezza sulla Red Bull. Terza la Ferrari con 146.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -