Gp Turchia, Vettel: ''Con Webber nessuna rivalità''

Gp Turchia, Vettel: ''Con Webber nessuna rivalità''

Gp Turchia, Vettel: ''Con Webber nessuna rivalità''

ISTANBUL - Con gesti plateali ha prima del matto a Mark Webber. Quindi si è calmato, evidenziando che la Red Bull è "una buona squadra" e non ci sono rivalità interne. E' Sebastian Vettel il protagonista in negativo del Gran Premio di Turchia, settimo round del mondiale di F1. Il tedeschino ha attaccato al 40esimo si è agganciato con la vettura del compagno di squadra, in quel momento leader della corsa. Un attaccato che ha pagato con il ritiro.

 

"Io ero all'interno e mi stavo concentrando sul punto di frenata e mi sono allargato - ha spiegato Vettel -. Chiaramente qualcosa è successo, ma si sa in gara le cose vanno così. Sicuramente non faremo qualcosa di stupido in futuro. Non è stato il giorno migliore per noi. Non sono felice, ma sono cose che in gara possono succedere". Errato parlare di rivalità interna: "Sarebbe stupido pensare a queste cose - ha evidenziato -. Abbiamo una macchina veloce e siamo una buona squadra".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -