La Ferrari esce con le ossa rotte da Silverstone, Domenicali: ''Non piangersi addosso''

La Ferrari esce con le ossa rotte da Silverstone, Domenicali: ''Non piangersi addosso''

La Ferrari esce con le ossa rotte da Silverstone, Domenicali: ''Non piangersi addosso''

SILVERSTONE - La Ferrari esce con le ossa rotte da Silverstone. Per la seconda volta consecutiva la scuderia di Maranello non ha incassato punti, con Fernando Alonso 14esimo davanti al compagno di squadra Felipe Massa. L'asturiano è stato condizionato da una cattiva partenza e da un penalità per aver sorpassato la Renault di Robert Kubica, tagliando completamente la chicane. Il brasiliano è stato condizionato da una foratura dopo un contatto proprio con Alonso.

 

"Sembra un periodo davvero stregato, dove tutto appare andare per il verso sbagliato - ha esordito il team principal della rossa, Stefano Domenicali -. Non siamo contenti ma non dobbiamo però piangerci addosso bensì dobbiamo reagire con calma, restando concentrati e continuando a lavorare come abbiamo fatto in queste settimane".

 

Domenicali torna a Maranello "con la consapevolezza che il potenziale a disposizione - macchina, squadra, piloti - è all'altezza della situazione. Inutile farci prendere dalla frustrazione: sono sicuro che presto arriveranno quei risultati e quei punti che, per tanti motivi, sono mancati nell'ultimo periodo".

 

McLaren e Red Bull però prendono il largo in entrambi i campionati: "E' chiaro che la classifica si è fatta complicata ma noi siamo convinti di avere ancora delle possibilità per lottare per il titolo - ha puntualizzato Domenicali -. Continueremo a spingere sullo sviluppo della F10, fiduciosi nelle nostre chance di riguadagnare il terreno perduto fino ad oggi."

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -