Montmelò, super Red Bull. Pole a Webber, Alonso quarto

Montmelò, super Red Bull. Pole a Webber, Alonso quarto

Montmelò, super Red Bull. Pole a Webber, Alonso quarto

MONTMELO' - E' la Red Bull la squadra da battere al Montmelò. Sul tracciato dove aerodinamica e deportanza svolgono un ruolo determinante si sono esaltati Mark Webber e Sebastian Vettel. I due piloti della scuderia austriaca si sono sfidati a colpi di giri velocissimi, inarrivabili per McLaren, Ferrari e Mercedes, dando un'imbarazzante dimostrazione di forza. La pole alla fina è andata Webber con il tempo di 1'19''995, 106 millesimi meglio del ‘terribile' tedeschino.

 

"E' sempre una bella lotta tra me e Sebastian - ha affermato Webber -. Questa volta sono riuscito a fare due giri ottimi anche nella Q3, con il primo ho messo le basi per fare bene il secondo". L'australiano ha dedicato l'impresa del sabato alla squadra, a "tutti i ragazzi hanno dormito poco durante la notte e hanno lavorato in modo incredibile. Il loro sforzo si vede nei tempi. Non sarà sempre così". "Le qualifiche sono state sensazionali, ma ora concentriamoci sulla gara".

 

Negli ultimi nove anni chi è partito dalla prima posizione si è aggiudicato la vittoria: "Mi piacerebbero cambiare la statistica - ha scherzato il tedesco -. Mi congratulo con Mark che è stato imbattibile. Ho fatto dei buoni giri, ma ci è mancato un decimo. Può esser poco, ma in questo caso è troppo". Vettel ha ammesso che quella di domenica sarà una "gara lunga, perché anche se tutto può sembrare facile le cose possono cambiare. Inoltre può anche arrivare la pioggia".

 

Il tedesco è comunque soddisfatto: "La prima fila è ok, la squadra ha fatto uno sforzo incredibile per assemblare le nuove componenti e anche in fabbrica hanno lavorato duramente per consentirci di usarle". Alle spalle delle Red Bull la McLaren di Lewis Hamilton, la Ferrari di Fernando Alonso, l'altra McLaren di Jenson Button e la Mercedes Gp di Michael Schumacher. Solo nono Felipe Massa alle spalle della Renault di Robert Kubica e alla Mercedes Gp di Nico Rosberg.

 

"Penso che nessuno si aspettasse che le Red Bull fossero così veloci, il divario è considerevole", ha affermato Hamilton. "Continueremo a spingere e a concentrarci su dove ho sbagliato - ha aggiunto il campione del mondo 2008 -. Sui rettilinei siamo veloci, quindi potremmo trarne un vantaggio in gara". "Non mi aspettavo di più", ha dichiarato Alonso. "Abbiamo fatto un buon lavoro, ma la Red Bull sembra imbattibile".

 

Il ferrarista però invita alla calma: "La gara è lunga. Le Red Bull hanno fatto tutte le pole, ma sono indietro in classifica, quindi i punti si fanno alla fine della corsa". Tuttavia ha ammesso che le monoposto di Webber e Vettel "sembrano di un'altra categoria", aggiungendo che l'obiettivo più plausibile è recuperare la posizione su Lewis Hamilton, terzo in griglia. "

 

Alonso auspica che le cose si mettano bene si dal semaforo verde: "Speriamo di fare una bella partenza, quest'anno sono state sempre un po' bruttine". Sulle evoluzioni portate al Montmelò dalla scuderia di Maranello, il bi-campione del mondo ha evidenziato la loro importanza. "Con la nuova aerodinamica sono quarto, altrimenti potevo esser tra la sesta e l'ottava posizione. Questo significa che è importantissimo il lavoro della squadra".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -