Una marea giallo-verde invade l'autodromo: in 25mila a Imola per ricordare Ayrton Senna

Giovedì in 25mila hanno "invaso" l'autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola per ricordare il ventennale della scomparsa di Ayrton Senna e Roland Ratzenberger

Foto di Roberto Elleri

Un'atmosfera da Gran Premio. Più che una commemorazione, una festa popolare. Giovedì in 25mila hanno "invaso" l'autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola per ricordare il ventennale della scomparsa di Ayrton Senna e Roland Ratzenberger. Una marea giallo-verde, con tanta presenza di rosso Ferrari, si è riversata anche nel paddock del circuito del Santerno per partecipare alle tante iniziative, tra cui l'inaugurazione della nuova piazza dedicata al campione brasiliano, ma soprattutto il museo Checco Costa, nel quale e' stata allestita una magnifica galleria di ricordi sulla vita sportiva di Senna

"E' stato emozionante vedere oltre 25.000 persone unite nel ricordo del grande campione Ayrton Senna", ha commentato il presidente dell'Autodromo, Uberto Selvatico Estense, che ha quindi citato lo scrittore brasiliano Paulo Coehlo: "Il mondo e' nelle mani di coloro che hanno il coraggio di sognare e di correre il rischio di vivere i propri sogni". Senna, ha proseguito Estense, era "senz'altro uno di questi uomini ed e' per questo che ancora oggi il suo ricordo suscita fortissime emozioni".

"Grazie al direttore Pietro Benvenuti ed a tutto lo staff dell'Autodromo, ad Ezio Zermiani e Antonio Azzano di Formula Passion nonchè soprattutto all'Istituto Senna, nella persona di Claudio Giovannone - ha concluso il numero uno dell'Enzo e Dino Ferrari - magistralmente coadiuvato da Claudio Costa e dall'architetto Piergiorgio Pascolati, è stato possibile realizzare un evento memorabile". Intanto la grande festa dell'Ayrton Senna Tribute continua: sabato scenderanno in pista le Formula Uno del passato e sono attesi nuovi ospiti.

Giovanni Petrillo

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -