Silverstone, Webber col dente avvelenato: ''Niente male per un numero 2''

Silverstone, Webber col dente avvelenato: ''Niente male per un numero 2''

Silverstone, Webber col dente avvelenato: ''Niente male per un numero 2''

SILVERSTONE - Mark Webber vuole la leadership interna in casa Red Bull. A Silverstone l'australiano è tornato alla vittoria dopo un lungo digiuno iniziato da Monaco, rimettendosi in lizza per il titolo. Quello di Webber è un successo maturato dopo la bufera nata dopo che la squadra aveva messo a disposizione l'ala soffiata a Sebastian Vettel. L'australiano al semaforo verde ha lanciato un chiaro segnale al tedesco, strappandogli la pole position al semaforo verde.

 

"Niente male per il pilota numero 2", è stato il commento sarcastico di Webber. "Ovviamente ero deluso dopo quello che è successo in squadra, ci sono rimasto male - ha aggiunto il dominatore di Silverstone -. Non avrei firmato il prolungamento del contratto se avessi pensato che questa sarebbe stata la situazione in futuro".

 

Ora Webber è terzo in campionato con 128 punti, 17 in meno del leader Lewis Hamilton. "Adesso vediamo come andranno le cose - ha affermato il pilota della Red Bull -. Continuerò a fare la mia parte, sperando che sia sufficiente". L'australiano ha poi assicurato che con la squadra ci sarà "una bella chiacchierata".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -