Suzuka, sveglia shock: Alonso ko. Vettel vince e riapre il mondiale

Sarà difficile tener dietro ora Vettel, che a Suzuka ha voluto dare un'autentica dimostrazione di forza conquistando anche pole position, giro più veloce e testa della corsa dal primo all'ultimo giro

Sebastian Vettel domina a Suzuka e riapre il mondiale di F1. Complice l'immediata uscita di scena di Fernando Alonso, il biondino della Red Bull ora è a sole 4 lunghezze della spagnolo della Ferrari, costretto al ritiro dopo poche centinaia di metri dal semaforo verde dopo esser stato toccato dalla Lotus di Kimi Raikkonen. "Ora si è aperto un mini campionato di cinque gare", è il laconico commento del leader del campionato.

Sarà difficile tener dietro ora Vettel, che a Suzuka ha voluto dare un'autentica dimostrazione di forza conquistando oltre alla pole position anche il giro più veloce e la testa della corsa dal primo all'ultimo giro. E domenica prossima c'è un'altra pista amica alla monoposto di Adrian Newey, tornata a primeggiare come nelle passate stagioni grazie alle ultime novità portate, tra cui un doppio Drs installato sull'ala anteriore.

Per la Ferrari ci sarà tanto da lavorare per portare Alonso al primo titolo con la rossa. Gli ultimi accorgimenti portati da Maranello non hanno dato la velocità che si cercava sulla F2012, specie in qualifica. "Da cinque-sei gare la macchina è sempre la stessa, c'è da lavorare", è l'allarme lanciato da Alonso. Il Cavallino potrà fcontare su un ritrovato Felipe Massa, finalmente a podio. Non accadeva da due anni.

Il brasiliano, partito decimo, è stato autore di un'eccellente gara, che l'ha portato al secondo posto davanti al piccolo "Samurai" della Sauber Kamui Kobayashi, al suo primo podio in F1. L'idolo locale ha contenuto nel finale la rimonta di Jenson Button, solo quarto davanti al compagno di squadra Lewis Hamilton. Il campione del mondo 2008 ha pagato un'errata scelta d'assetto nelle qualifiche, come sottolineato anche dal team.

Sesto Raikkonen davanti alla Force India di Nico Hulkenberg e alla Williams di Pastor Maldonado, tornato a punti dopo la vittoria di Barcellona. Completano la top ten Mark Webber, speronato al via dal solito Romain Grosjean (penalizzato con uno stop and go), e la Toro Rosso di Daniel Ricciardo.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -