Valencia, Webber miracolato: ''Grazie a Dio la macchina è tosta''

Valencia, Webber miracolato: ''Grazie a Dio la macchina è tosta''

Valencia, Webber miracolato: ''Grazie a Dio la macchina è tosta''

VALENCIA - Mark Webber può dirsi miracolato. Il pilota della Red Bull ha visto la morte in faccia dopo aver tamponato la Lotus di Heikki Kovalainen, spiccando il volo ed atterrando brutalmente contro le barriere. Fortunatamente Webber non ha riportato nemmeno un graffio. "La macchina, grazie a Dio, era davvero molto sicura", ha esclamato.

 

L'australiano ha spiegato che viaggiava a velocità maggiore rispetto alla Lotus del finlandese. "All'improvviso, molto molto prima dello spazio di frenata, circa 80 metri prima, ha rallentato - ha detto Webber -. A quel punto ero solo un passeggero, non potevo fare più nulla. Per fortuna la scocca era solida, e ora è tutto a posto". Cosa ha pensato durante il volo? "Spero di non farmi troppo male. E' chiaro che la botta è stata forte, ma come si vede sono proprio ok".

 

Passato lo spavento, Webber è già proiettato al prossimo appuntamento tra due settimane in Gran Bretagna: "E' vero, ho perso dei punti - ha premesso -, ma quando ti capita di raccontare certe storie dopo quello che ti è capitato, chi se ne frega dei punti. Piuttosto avevo paura di saltare Silverstone

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -