Vettel vince in India, ma Alonso non molla: "Ci siamo ancora"

Sebastian Vettel non sbaglia un colpo. In India è arrivata la quarta affermazione consecutiva, che lanciano il portacolori della Red Bull a +13 davanti ad uno straordinario Fernando Alonso

Sebastian Vettel non sbaglia un colpo. In India è arrivata la quarta affermazione consecutiva, che lanciano il portacolori della Red Bull a +13 davanti ad uno straordinario Fernando Alonso. Lo spagnolo della Ferrari, scattato dalla quinta posizione, è arrivato alle spalle del tedeschino al termine di una gara all'attacco, che l'ha visto protagonista di una serie spettacolare di sorpassi. Ma finchè Vettel viaggia a questo ritmo (oltre 1000 km consecutivi al comando), neanche il miglior Alonso può riuscendo a mettere in discussione l'egemonia del bi-campione del mondo.

“Non è semplice cercare di contrastare la Red Bull - ha ammesso Alonso -. Ma non molliamo. Loro sono stati fantastici per tutto il weekend, ma noi proveremo ad essere felici in Brasile". Lo spagnolo assicura: "Ci saranno gare migliori in futuro. Eravamo velocissimi in rettilineo, ma ci mancava un po’ di grip in curva che speriamo di trovare nelle prossime gare”.

Vettel ha messo le mani sul mondiale? "È un passo avanti - replica il tedesco -. Vediamo come le cose possono cambiare rapidamente. Ora sono soddisfatto, ma manca ancora molto per la fine del campionato”. Solo terzo Mark Webber, condizionato da problemi al Kers. "Ho fatto fatica a difendermi, , ma alla fine sono contento del podio”. L'India ha sancito il primo verdetto: Lewis Hamilton e Jenson Button, rispettivamente al quarto e quinto posto, sono fuori dalla lotta dal titolo.

Il binomio McLaren Mercedes ha preceduto la Ferrari di Felipe Massa, che per tutta la gara ha tenuto alle spalle Kimi Raikkonen (Lotus). Completano la top ten la Force India di Nico Hulkenberg, davanti alla Lotus di Romain Grosjean e alla Williams di Bruno Senna. Momento difficile per la Mercedes Gp: Nico Rosberg non è andato oltre l'undicesimo posto, mentre Michael Schumacher si è arreso a cinque giri dalla fine al termine di una gara condizionata da una toccata al via con la Toro Rosso di Jean Eric Vergne.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -