Francia-Irlanda non si rigiocherà, Domenech non chiede scusa

Francia-Irlanda non si rigiocherà, Domenech non chiede scusa

Francia-Irlanda non si rigiocherà. Lo ha deciso la Fifa, respingendo la richiesta della Federcalcio irlandese di far ripetere la sfida di mercoledì contro la Francia alla luce del netto fallo di mano di Thierry Henry nell'azione che ha portato, al minuto 103 dei supplementari, al pari di Gallas per il definitivo 1-1, che ha sancito la qualificazione dei transalpini.

 

In una nota pubblicata sul proprio sito si spiega che "il risultato dell'incontro non può essere cambiato e il match non può essere ripetuto. Come è chiaramente citato nelle regole del calcio, durante le partite, le decisioni sono prese dall'arbitro e queste decisioni sono definitive".

 

Fa intanto discutere la posizione del ct francese, Raymond Domenech, che non è intenzionato a chiedere scusa: "In campo non ho visto il fatto di mano. Poi ho visto le immagini ed è stato un errore dell'arbitro - ha affermato in un'intervista a "lexpress.fr" -. Per me questo è il calcio, non significa imbrogliare".

 

"Nessuno si è scusato quando l'arbitro della partita con la Serbia ha espulso il nostro portiere quando non era stato commesso alcun fallo - ha rincarato la dose -. Nessuno si è scusato, agli Europei, quando un olandese ha intercettato la palla con la mano e ci è stato impedito di pareggiare. Ai miei occhi, la qualificazione si è giocata nella partita d'andata, cosa che sembra essere stata dimenticata. Non sopporto questo tipo di moralismo".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -