Garrone sbatte la porta in faccia a Cassano: ''Non posso perdonarti''

Garrone sbatte la porta in faccia a Cassano: ''Non posso perdonarti''

Garrone sbatte la porta in faccia a Cassano: ''Non posso perdonarti''

GENOVA - Nessun perdono. Almeno per il momento. Riccardo Garrone continua a sbattere la porta in faccia ad Antonio Cassano dopo la violenta lite dei giorni scorsi. Il presidente della Sampdoria ha approfittato della consiglia di un Tapiro d'oro, con tanto di ramo d'ulivo come simbolo di pace, per chiarire la sua posizione. "È stato troppo grave. Se l'avesse detto a quattrocchi..., ma ha usato delle parole molto dure", ha affermato Garrone.

 

"Ha avuto uno scatto d'ira e credo fosse così infuocato da non ricordarsi cosa ha detto", ha spiegato Garrone. Al momento non ci sono le condizioni per una riappacificazione. "Non posso", ha ripetuto per due volte, anche se ha gettato un "vediamo un po'" che sa di speranza. "Il mio grande rammarico che lui stava bene con noi", ha affermato il numero uno doriano.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -