Gilardino aspetta l'Inter: "Sogno un gol decisivo"

Gilardino aspetta l'Inter: "Sogno un gol decisivo"

Gilardino aspetta l'Inter: "Sogno un gol decisivo"

Il blackout è alle spalle. A riparare il corto circuito ci ha pensato "l'elettricista" Prandelli. Che dopo aver strigliato la squadra negli spogliatoi, lontano da occhi indiscreti, giovedi' l'ha sottoposta a un inatteso bagno di folla. Aprendo i cancelli dei Campini dopo una serrata durata due anni, e facendo allenare i suoi ragazzi davanti a oltre 2.000 tifosi in delirio. Un gesto di distensione, certo, ma anche un'esplicita richiesta di aiuto.

 

Perchè se la Fiorentina vuole continuare ad inseguire il sogno Champions, ha bisogno anche dell'appoggio della tifoseria. Una tifoseria esigente, che ultimamente aveva fischiato i viola, ma che ora sembra disposta a tornare vicino ai propri eroi: "è stato bello coinvolgere i tifosi- ha detto l' attaccante della Fiorentina, Alberto Gilardino- perchè da queste parti sono esigenti ma anche molto legati alla squadra. Credo sia stato importante e lo si è visto nel corso dell'amichevole". Dove Gila, con 15 gol in campionato il marcatore piu' prolifico dei viola, ha scaldato il piede con una tripletta.

 

Un segnale in vista della trasferta a Milano con la capolista Inter? "Ai nerazzurri ho già segnato con le maglie di Parma e Milan- ha ricordato l' attaccante viola- ora vorrei farlo con quella della Fiorentina, magari un gol decisivo. A parte questo, sappiamo bene che stiamo andando incontro a una sfida delicata, che da giorni stiamo preparando con grande attenzione. Perchè vogliamo reagire dopo la sconfitta col Palermo e dimostrare con i fatti quanto vale la Fiorentina, quella vera".

 

Buoni propositi indiscutibili, quelli di Gilardino, che pero' a San Siro si scontreranno con la voglia di riscatto di un' Inter ferita, che davanti al proprio pubblico cercherà di lavare con una vittoria l'onta dell'eliminazione dalla Champions League: "Sarà certamente cosi'- ha spiegato l'attaccante di Prandelli- e per noi non sarà un vantaggio, ma siamo comunque preparati. Il clima è positivo e il gruppo molto unito. Abbiamo tutti una gran voglia di fare risultati importanti fino al termine del campionato".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E dopo un passaggio sui rimbrotti del presidente Della Valle ("Il patron puo' dire cio' che vuole, soprattutto dopo una prestazione come quella col Palermo"), Gila ha parlato anche di Mourinho: "Mi piace molto come allenatore- ha detto- ma non lo conosco come persona. Quando si affaccia al pubblico mi sembra molto intelligente. La squadra, poi, risponde al suo carattere. A Manchester si è visto chiaramente- ha concluso- l'Inter non ha mai smesso di lottare, anche sul 2-0".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -