Gp Cina, Vettel impone la legge del tre: ''Non è domenica''

Gp Cina, Vettel impone la legge del tre: ''Non è domenica''

Gp Cina, Vettel impone la legge del tre: ''Non è domenica''

SHANGHAI - Gli è bastato un solo giro per imporre la legge del più forte. Dopo Melbourne e Sepang, Sebastian Vettel ha fatto sua la pole anche a Shanghai, dove nel 2009 aveva regalato la prima vittoria alla Red Bull. Il tedesco, alla 18esima pole in carriera, ha tirato fuori dal cilindro un 1'33''706, rifilando sette decimi alle McLaren di Jenson Button e Lewis Hamilton e addirittura un secondo e quattro decimi alle Ferrari di Fernando Alonso e Felipe Massa in terza fila.

 

"Ce lo rifatta un'altra volta - ha sorriso il campione del mondo in carica -. Ho ricordato a me stesso e alla squadra che ogni gara è fine a se stessa e che le cose cambiano da circuito a circuito. Passo dopo passo bisogna ripartire sempre da zero". Fa quasi impressione quando dalla bocca di Seb è uscito un "non è andato tutto alla perfezione". "Ho commesso un errore nella Q2, mentre nella Q3 abbiamo fatto un buon lavoro".

 

Il tedesco è già concentrato al semaforo verde: "Ci aspetta una gara lunga, ma siamo soddisfatti - ha affermato -. La vettura è a posto, venerdì abbiamo fatto dei long run e abbiamo accumulato dai utili per impostare il weekend. Ora dobbiamo solo mantenere la concentrazione. Quel che è stato fatto in qualifica è importante solo per la posizione. I punti si fanno la domenica".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -