Gp Malesia, Alonso: ''Podio perso, il campionato è lungo''

Gp Malesia, Alonso: ''Podio perso, il campionato è lungo''

Gp Malesia, Alonso: ''Podio perso, il campionato è lungo''

SEPANG - "In questo momento dobbiamo stringere i denti. Il campionato è ancora molto lungo e non dobbiamo lasciare nulla d'intentato". Così Fernando Alonso dopo il sesto posto ottenuto nel Gran Premio della Malesia, secondo round della mondiale di F1. Il pilota della Ferrari poteva ambire al podio se al 46esimo giro non avesse danneggiato l'ala anteriore toccando in fase di sorpasso la McLaren Mercedes di Lewis Hamilton.

 

A render complicata la gara dello spagnolo anche un problema all'ala mobile: "Se avesse sempre funzionato avrei potuto passare facilmente Hamilton sul rettilineo, invece abbiamo dovuto lottare duramente". Alonso, penalizzato di venti secondi insieme al pilota della McLaren, ha difeso la manovra dell'iridato del 2008: "Si è difeso molto bene, peccato che mi si è rovinato l'alettone e sono dovuto rientrare ai box per sostituirlo, perdendo così la possibilità di salire sul podio".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il ferrarista non ha voluto commentare la decisione di commissari, lasciandosi scappare un "la rispetto". Il due volte campione del mondo si è detto soddisfatto del comportamento della F150° Italia, ma non del risultato: "Questo ci dà una motivazione in più in vista della prossima gara in Cina, anche se abbiamo un pacchetto che non ci consente di lottare per la vittoria ma speriamo di averlo presto". A Shanghai, ha annunciato Alonso, "avremo qualcosa di nuovo ma non sappiamo quanto ci consentirà di progredire".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -