Gp Singapore, day 2. Vettel: "Potevo esser più veloce"

Gp Singapore, day 2. Vettel: "Potevo esser più veloce"

Gp Singapore, day 2. Vettel: "Potevo esser più veloce"

SINGAPORE - Sebastian Vettel vicinissimo al record di Nigel Mansell. A Singapore il portacolori della Red Bull ha conquistato l'undicesima pole stagionale, a sole tre pole dal "Leone" d'Inghilterra. "Il 1992 fu un anno incredibile per lui - ha esclamato il tedesco -. E' vero che siamo competitivi, ma sarebbe sbagliato cominciare a pensare a queste cose. Questa pole non è altro che un altro passo avanti per noi. Ora penso solo alla gara, anche se il record di Mansell è eccezionale".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Vettel ha preceduto di circa tre decimi il compagno di squadra Mark Webber: "Potevo esser più veloce, ma nell'ultimo giro ho commesso un errore alla curva 10. Comunque è stata una qualifica perfetta". La pista, ha aggiunto il campione del mondo, "è una sfida per i piloti, con curve ed un giro molto lungo. Per fare bene bisogna mettere insieme i diversi fattori. Abbiamo imparato dagli errori dello scorso anno e questa volta abbiamo mantenuto il sangue freddo", ha concluso.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -