Gp Singapore, day 2. Vettel: ''La pole era possibile, ma...''

Gp Singapore, day 2. Vettel: ''La pole era possibile, ma...''

Gp Singapore, day 2. Vettel: ''La pole era possibile, ma...''

SINGAPORE - 64 millesimi hanno diviso Sebastian Vettel dalla pole del Gran Premio di Singapore, quintultimo round del mondiale di F1, conquistata da Fernando Alonso. "Avevamo la possibilità di esser davanti a tutti - ha affermato il pilota della Red Bull -. Non ho mai trovato il passo giusto, c'era traffico e non sono riuscito a fare un giro pulito, commettendo degli errori".

 

Il tedeschino nel primo run è stato rallentato poiché disturbato dall'aerodinamica della Mercedes Gp di Michael Schumacher, mentre nel secondo ha sfiorato un musetto perdendo tempo prezioso: "Ho spinto al massimo nell'ultimo settore, ma ormai il danno era fatto".

 

Vettel sarà comunque in prima fila: "Spero di partire bene. La gara sarà lunga. Con la pioggia potrebbe succedere qualsiasi cosa, anche perché la pista si asciuga lentamente". Si pensava a una Red Bull più veloce alla vigilia di Singapore: "Abbiamo un vantaggio, come si è visto nelle qualifiche, ma diciamo che il tutto non ha funzionato al meglio. Sorrideranno in Ferrari".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -