Gp Turchia, Vettel domina ultime libere. Sorpresa Schumacher

Gp Turchia, Vettel domina ultime libere. Sorpresa Schumacher

Gp Turchia, Vettel domina ultime libere. Sorpresa Schumacher

ISTANBUL - Riecco Sebastian Vettel. Costretto venerdì a vestire i panni dello spettatore dopo aver distrutto la sua Red Bull, il tedesco si è preso la leadership dell'ultimo turno di prove libere del Gran Premio della Turchia, quarto round del mondiale di F1. Il campione del mondo in carica e leader del campionato ha girato in 1'26''037, precedendo di appena un millesimo la Mercedes Gp di Michael Schumacher. La casa di Stoccarda è la sorpresa dell'Istanbul Park.

 

A confermare la validità degli aggiornamenti portati dal team guidato da Ross Brawn c'è il quarto tempo di Nico Rosberg (+0.383). Tra le due "frecce d'argento" si è inserita l'altra Red Bull di Mark Webber, che ha accusato dal compagno di squadra un ritardo di 367 millesimi. Si sono invece nascoste le McLaren di Jenson Button e Lewis Hamilton, rispettivamente al quinto e sesto posto a541 e 689 millesimi dalla virtuale pole. Il campione del mondo del 2009 si è comunque confermato costantemente più veloce del più blasonato vicino di box.

 

Bene anche la Renault, con Vitaly Petrov settimo. Il russo, che ha confermato di aver un buon feeling con l'Istanbul Park (ha vinto la prima gara in GP2 e lo scorso anno si era qualificato nono), ha preceduto le Ferrari di Fernando Alonso e Felipe Massa. Lo spagnolo ha lamentato una perdita di potenza, mentre al brasiliano sarà sostituito precauzionalmente l'otto cilindri. La scelta del Cavallino non comporterà alcuna penalizzazione per il pilota.

 

Sia Alonso che Massa hanno incassato da Vettel un ritardo superiore a sette decimi, segno che le novità portate da Maranello per la prima prova europea non sono ancora sufficienti per ricucire il gap dai campioni del mondo. Vettel, competitivo sia con le gomme morbide che dure, prenota la quarta pole consecutiva. Ma dovrà stare attento ad uno Schumacher improvvisamente tornato quello dei tempi della Ferrari, ma anche a Webber e alla coppia McLaren.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -