Il Gavia è di Tschopp, Basso ipoteca il Giro

Il Gavia è di Tschopp, Basso ipoteca il Giro

Il Gavia è di Tschopp, Basso ipoteca il Giro

PASSO DEL TONALE - Ivan Basso ad un passo dalla conquista del Giro 2010. L'ultima tappa di montagna, che prevedeva ben cinque scalate, fra le quali il Gavia, è andata allo svizzero Johann Tschopp, in fuga insieme a Gilberto Simoni. Il veterano della Lampre ha tentato l'impresa per chiudere in modo glorioso una carriera ricca di successi, ma sulla vetta del Gavia (Cima Coppi del Giro) lo svizzero non ha avuto pietà, battendolo allo sprint del Gran Premio della Montagna.

 

Dopo lo scatto Tschopp ha attaccato anche la discesa dal Gavia, mentre Simoni si è fatto inghiottire da quel che rimaneva del gruppo maglia rosa. Nelle battute finali si è animata la corsa con una rasoiata di Evans. Dal gruppo è scattato anche Scarponi, quarto in classifica fino in quel momento con un ritardo di 19" dal terzo posto occupato da Nibali.

 

Basso ha cercato di aiutare il compagno di squadra per salvare il suo posto sul podio, ma il messinese non ha tenuto il ritmo. A quel punto il varesino ha ripreso Scarponi, strappandogli in volata il secondo posto e secondi pesanti in chiave classifica. Basso ha anche rafforzato in questo modo la maglia rosa, con 1'15" su Arroyo, 2'56" su Nibali e 2'57" su Scarponi. Domenica la cronometro di Verona.

 

Se ho addosso la maglia rosa e vincerò questo Giro buona parte del merito è di Vincenzo. Ma non e' ancora finita", ha affermato Basso. "E' un fuoriclasse, il futuro è suo. E devo dire grazie soprattutto a Canotti - ha aggiunto il corridore della Liquigas -. Ha capito che io e Vincenzo eravamo un po' in difficoltà e ha fatto il triplo del lavoro". Per la cronometro, ha aggiunto, "non mi sento tranquillo, tutto può accadere, e' nel mio carattere: preferisco così, sono scaramantico".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -