Il Giro è ripartito in ricordo di Wouter

Il Giro è ripartito in ricordo di Wouter

Il Giro è ripartito in ricordo di Wouter

GENOVA - La carovana del Giro d'Italia è ripartita in lacrime in memoria di Wouter Weylandt, il corridore belga della Leopard Trek morto lunedì lungo la discesa dal Passo del Bocco. Alla partenza i corridori si sono raccolti in un minuto di silenzio, con la quadra di Weylandt schierata in prima fila. Dopo il suono del silenzio fuori ordinanza, c'è stato un lungo applauso. La tappa è stata neutralizzata, anche se le squadre hanno garantito una corsa a ritmo sostenuto.

 

Sarà un funerale lungo 216 chilometri. I direttori sportivi ed i ciclisti si sono accordati che ciascun team tirasse per 10 chilometri, in ordine inverso rispetto alla classifica della cronosquadre. Poi all'ultimo chilometro i titolari delle maglie rosa, verde, rossa e bianca si metteranno in coda ai corridori della Leopard che passeranno insieme il traguardo.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"E' stata una fatalità - ha commentato il ct azzurro Paolo Bettini -. Per una distrazione, in un momento di rilassamento, è successo tutto. Ho visto la discesa, ero due minuti avanti la corsa. Era una discesa tecnica, impegnativa ma ne abbiamo fatte di peggio e ce ne saranno altre più difficili da qui alla fine del Giro".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -