Il mea culpa di Cassano: ''Voglio stare vicino a mia moglie''

Il mea culpa di Cassano: ''Voglio stare vicino a mia moglie''

Il mea culpa di Cassano: ''Voglio stare vicino a mia moglie''

GENOVA - C'è il mea culpa di Antonio Cassano. Il barese ha chiesto pubblicamente scusa al presidente della Sampdoria Riccardo Garrone per il violentissimo alterco di martedì scorso nello spogliatoio di Bogliasco. Quel giorno il presidente gli aveva chiesto di partecipare per alcuni minuti la sera stessa al premio "Rete d'argento" a Sestri Levante", ma Fantantonio ha risposto immediatamente in modo negativo, per poi cominciare insultare il presidente con parolacce.

 

Cassano è consapevole di aver sbagliato. Quindi ha rilevato di passare un momento particolarmente critico a causa della gravidanza difficile della moglie. "Voglio stare accanto a Carolina il più possibile nonostante i miei tantissimi impegni, sono spesso fuori casa", ha detto Cassano all'Ansa, che ha aggiunto: "Se voglio starle vicino un motivo ci sarà ma non sono obbligato a rendere pubbliche le mie cose".

Quindi ha spiegato: Ho già chiesto scusa al dottor Garrone in presenza dei compagni di squadra. Voglio molto bene al presidente - e qui la voce di Cassano s'incrina -, molto bene".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -