Il ritorno della F1 a Imola aperta a 13mila spettatori: fissata la prevendita online

Un ritorno della Formula 1 a Imola dopo 14 anni di attesa da parte degli appassionati

La notizia che tutti gli appassionati aspettavano. Grazie alla delibera della Regione Emilia – Romagna, l'Autodromo Enzo e Dino Ferrari avrà la possibilità di ospitare 13.147 spettatori ogni giornata. Formula Imola da martedì aprirà quindi la prevendita dei biglietti per la prima edizione del Formula 1 Emirates Gran Premio dell’Emilia – Romagna, in programma il 31 ottobre – 1 novembre. Un ritorno della Formula 1 a Imola dopo 14 anni di attesa da parte degli appassionati.

I biglietti saranno disponibili dalle ore 18 on line sul sito ticketone.it. Per la prima volta, esclusivamente per il Formula 1 Emirates Gran Premio dell’Emilia-Romagna, il format della manifestazione è articolato su due giornate, con prove libere e qualifiche sabato 31 ottobre e la gara in programma domenica 1 novembre. In fase di definizione la presenza di gare di supporto, a completamento del programma. 
Un ritorno leggendario su una pista, dove sono state scritte pagine uniche della storia del motorsport ed ancora vengono scritte. Nonostante il primo Gran Premio a Imola abbia avuto luogo nel 1963 con la quarta edizione del Gran Premio Shell non valido per il campionato, e successivamente si sia svolto ad Imola il Gran Premio Dino Ferrari intitolato al figlio del Drake, anch'esso non valido per il campionato, la storia ufficiale della Formula 1 a Imola è iniziata nel 1980, quando l’autodromo ospitò il Gran Premio d’Italia in sostituzione di Monza.

Dall’anno seguente iniziò l’epopea del GP di San Marino, 26 edizioni dal 1981 al 2006. Basta scorrere l’albo d’oro per rendersi conto del valore dei piloti che hanno scritto il loro nome nell’albo d’oro dei vincitori: Nelson Piquet, Didier Pironi, Alain Prost, Patrick Tambay, Elio De Angelis, Ayrton Senna, Nigel Mansell, Riccardo Patrese, Damon Hill, Heinz-Harald Frentzen, David Coulthard, Fernando Alonso e Michael Schumacher, vincitore per ben sette volte, tra cui l’ultima nel 2006. Per festeggiare questo ritorno, un evento che sta calamitando l’attenzione degli appassionati di tutto il mondo, l'organizzazione sta preparando uno spettacolo degno di nota per il pubblico durante le fasi precedenti le gare, con la presenza di campioni ed auto del passato, che hanno fatto la storia del Circus, oltreché la presenza di intrattenimenti tipici del territorio e di grande impatto spettacolare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nei prossimi giorni, sui canali ufficiali social e web dell’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari, verranno comunicate le regole previste in materia sanitaria anti-covid per l’accesso e la presenza in totale sicurezza nelle zone adibite al pubblico. "Dopo il ritorno del pubblico al Mugello e Misano, Imola può godere di un’occasione di ritorno alla quasi-normalità, festeggiando con il rispetto delle regole ed in assoluta sicurezza grazie agli enormi spazi a disposizione, un evento iconico e leggendario atteso da ben quattordici anni - afferma il presidente di Formula Imola, Uberto Selvatico Estense -. Una grande opportunità per dimostrare al mondo la capacità di fronteggiare la grave crisi con intelligenza e presa di coscienza di un futuro che potrebbe essere segnato ancora per un po’ di tempo da queste regole, senza rinunciare tuttavia a vivere. Quale occasione migliore quindi per tutti gli appassionati, di godersi uno spettacolo unico caratterizzato dalla presenza di adrenalina e di tecnica sportiva automobilistica in regime di massima sicurezza, sugli spalti dell'Autodromo di Imola con posti opportunamente distanziati, raggiungibili tramite accesso regolato da percorsi e parcheggi dedicati ai possessori dei biglietti. La Regione Emilia Romagna ed il territorio ancora una volta si dimostrano precursori ed innovatori, così come fu all'inizio di questa bellissima avventura chiamata Autodromo, grazie alla lungimiranza della politica che decise allora come oggi di investire, per uscire dalla grave crisi post bellica, in questo insostituibile contenitore di sogni".
 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -