Il solito Gascoigne: alcool, rissa e arresto

Il solito Gascoigne: alcool, rissa e arresto

Il solito Gascoigne: alcool, rissa e arresto

A colloquio telefonico con Bush e con il Papa. Paul Gascoigne torna a far parlare di sé, ma questa volta ha quasi sfiorato i limiti della follia. Secondo il Daily Star ‘Gazza', ovviamente ubriaco fradicio, si sarebbe vantato con gli amici di avere snobbato una telefonata ricevuta nientemeno che dal Pontefice in persona, in quanto troppo impegnato per guardare "Coronation Street". Non solo: l'ex giocatore della Lazio avrebbe poi tentato di telefonare al presidente degli Stati Uniti ma, non avendolo trovato, si sarebbe poi intrattenuto con alcuni esponenti del Pentagono.

 

A parlare delle missioni in Iraq o Afghanistan? E' più probabile che Gascoigne abbia aperto una seria discussione con sé stesso visto che, secondo alcuni testimoni, si sarebbe scolato prima delle fantomatiche telefonate ben tre bottiglie intere di whisky.

 

E poteva mancare la rissa? Ovviamente no. Gascoigne ha infatti aggredito un cacciatore di autografi fuori da un pub di Londra, al quale ha preso e sbriciolato un telefono cellulare. Non contento, si è accorto che il tutto veniva fotografato da un reporter, Terry Blackburn, gentilmente ‘omaggiato' da Gazza con una testata. L'arrivo della polizia ha sedato la rissa, e Gascoigne è stato arrestato con l'accusa di danneggiamento e aggressione.

 

A testimonianza dell'ennesima terribile serata del calciatore, è intervenuto un cliente del pub: "Si è scolato 15 doppi whisky in poche ore, e non ne ha pagato nemmeno uno, perché c'era qualcuno che glieli offriva. Una cosa pazzesca, visto che tutti sanno che è alcolizzato".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alcolizzato e non solo: Gazza rischia la morte, e a confermarlo sono i medici: "Un fegato può sopportare un'unità di alcool all'ora - dicono i dottori - ma se Gazza si scola 30 bicchierini di whisky in due ore, significa che ne lascia 28 da smaltire al suo fegato e questo è pericoloso, perché porta al rapido deterioramento dell'organo".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -