Iniesta piega l'Olanda, Spagna campione del mondo

Iniesta piega l'Olanda, Spagna campione del mondo

Iniesta piega l'Olanda, Spagna campione del mondo

Il polpo Paul, l'esperto tentacolare che azzecca i pronostici dei Mondiali, l'aveva annunciato. E' la Spagna a laurearsi Campione del Mondo. La squadra di Del Bosque ha sconfitto al 'Soccer City' di Johannesburg l'Olanda per 1-0 grazie ad un goal di Iniesta, arrivato al nono minuto del secondo tempo supplementare. I tilupani possono recriminare per due ghiotte opportunità capitate sui piedi di Robben nel secondo tempo, che si è lasciato ipotizzare dal portiere spagnolo Casilias.

 

PRIMO TEMPO - Nel primo tempo è mancato lo spettacolo, mentre è prevalsa la paura, che si è concretizzata con una lunga serie di falli ed un a pioggia di ammonizioni. L'occasione più ghiotta è arrivata per la Spagna (in completa tenuta blu) dopo appena cinque minuti, con un colpo di testa di Sergio Ramos, ma il portiere olandese Stekelenburg ha respinto con bravura.

 

SECONDO TEMPO - La ripresa ha visto diverse ghiotte opportunità per sbloccare il risultato. Clamorosa quella capitata al 61' sui piedi di Robben, ma l'attaccante del Bayern Monaco si è fatto ipnotizzare dal portiere Igor Casillas. Al 70' David Villa si è visto chiudere lo specchio dal portiere olandese Stekelenburg.

 

SUPPLEMENTARI - Sono stati trenta minuti di buon calcio. Dopo appena 120 secondi in seguito ad una percussione di Fabregas e Iniesta, Heitinga è intervenuto ai 10 metri in maniera sospetta su Xavi. Il rigore ci poteva stare. Al quinto grande parata di Stekelenburg sul sinistro dai dodici metri di Fabregas. I 'tulipani' si sono visti al sesto con un colpo di testa sopra la traversa di Mathijsen su azione di calcio d'angolo. Quindi altre due occasioni per la Spagna.

 

La prima all'undicesimo con Navas, ma la sua conclusione è stata deviata sull'esterno della rete da van Bronckhorst. Tre minuti più tardi incursione di Fabregas per vie centrali, ma la sua conclusione si è spenta falla sinistra del portiere olandese. Due lo sostituzioni: per l'Olanda Braffheid per Van Bronckhorst, mentre la Spagna ha giocato la carta Fernando Torres per Villa.

 

Al 20' l'espulsione di Heitinga per fallo su Iniesta Xavi. E' la chiave del match. Al 26' il goal mondiale: Fabregas dai 18 metri ha messo in azione Iniesta, che, decentrato, ha piazzato il vincente diagonale destro. La Spagna è per la prima volta campione del mondo, proseguendo la striscia vincente iniziata nel 2008 con la conquista degli Europei. Ha vinto la squadra più forte del mondo negli ultimi due anni. Ma anche la fortuna le ha riso.

 

Foto tratta dal sito della Fifa

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -