Inter, Moratti striglia i suoi: ''Serve un'altra mentalità''

Inter, Moratti striglia i suoi: ''Serve un'altra mentalità''

Inter, Moratti striglia i suoi: ''Serve un'altra mentalità''

MILANO - Massimo Moratti dà una strigliata all'Inter. "La partita non è stata bella - ha affermato il presidente nerazzurro all'indomani della sconfitta contro il Milan -. Il derby è il derby e si affronta per conto mio con una mentalità diversa. Si devono mettere sotto, dall'allenatore a tutti, per fare in modo di cominciare a girare. Perché la squadra c'è, non è che bisogna aspettare gennaio". Sotto accusa è finito Rafa Benitez. Ma Moratti lo difende, ritenendolo in grado di dare la scossa a questo gruppo.

 

"L'allenatore è stato preso apposta perché è una delle persone con maggiore esperienza, calma e capacità per poter fare le cose bene - ha evidenziato il presidente nerazzurro -. Certo, per lui non era la situazione più facile prendere una squadra che ha avuto tanto e che ha dato tanto. Non era facile farla ricominciare da capo. Però, insomma, deve riuscire a farlo". E' persino iniziato il toto allenatore per il dopo Luciano Spalletti e Leonardo. Ma Moratti taglia corto: "Non scherziamo".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -