Inter, Mourinho svela la formazione anti-Sampdoria

Inter, Mourinho svela la formazione anti-Sampdoria

(foto tratta da www.inter.it)

Se non fa notizia, non è Josè Mourinho. E nella prima conferenza stampa di presentazione del match di campionato contro la Sampdoria, lo ‘Special One' spiazza tutti, e dice in pratica tutta la formazione che sabato alle 20.30 scenderà in campo a Marassi contro i blucerchiati.

 

"Non sono emozionato, è solo una partita - ha esordito Josè - Ma è la partita più importante della mia vita perché è la prossima".

 

Poi il tecnico dell'Inter parla di formazione: "Julio Cesar, Maicon, Cambiasso, Materazzi, Maxwell, Stankovic, Muntari, Zanetti, Ibrahimovic più due. Va bene così", senza se e senza ma, come fanno quasi sempre i tecnici di serie A, abituati a nascondere la formazione fino all'ultimo.

 

Non è nemmeno spaventato di ‘fallire' la prima in campionato alla guida dei Campioni d'Italia, e difatti ammette che "se pareggiamo, non è un dramma...".

 

Due parole anche sul mercato, perché i tifosi nerazzurri sognano Quaresma. Mourinho dentro sé stesso è sicuro che arriverà, e in qualche modo lo dimostrano anche le sue parole: "Non voglio dire bugie. In questo momento Quaresma è del Porto e Pelè è nostro. Non lo convoco con la Samp perché può succedere che oggi o domani finisca in Portogallo. E non posso rischiare un giocatore che magari lunedì va via. Ma non c'è un accordo".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Volevo Lampard ma lo sapete tutti - ha detto Mourinho - e non è un segreto, ma non posso essere più felice di Muntari, che mi ha fatto dimenticare Lampard. Io volevo due ali e un giocatore di centrocampo con caratteristiche diverse da quelli che già c'erano. Per il resto fiducia totale nel gruppo. In attacco restiamo così: Crespo, Cruz, Adriano e Ibra, quattro centravanti, con Balotelli seconda punta o ala, Figo e Mancini ali, e se arriva anche Quaresma. Se non arriva dovrò lavorare molto con Jimenez per farlo giocare in quel ruolo".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -