InterMondiale, ma Benitez esplode: divorzio vicino

InterMondiale, ma Benitez esplode: divorzio vicino

InterMondiale, ma Benitez esplode: divorzio vicino

MILANO - L'ultima volta è stata 45 anni fa. L'Inter è tornata a salire sul tetto del mondo, completando dunque un anno solare straordinario, aggiungendo il Mondiale per club ai tre trofei (Champions League, scudetto e coppa Italia) conquistati sotto la guida di Josè Mourinho, e alla Supercoppa di Lega vinta già nell'era Benitez. I nerazzurri hanno superato i modesti congolesi del Mazembe grazie alle reti di Pandev (13'), Eto' (17') e Biabiany (85').

 

Mentre i giocatori facevano festa, Benitez ha esploso tutta la sua rabbia. "Per andare avanti serve supporto totale: se c'è possiamo migliorare", ha tuonato, chiedendo alla società di intervenire sul mercato. "Con Moratti ho parlato e lui sa di cosa. Se avrò questo supporto, che deve esserci sempre ed essere totale, potremo andare avanti e vincere ancora. Altrimenti si parlerà sempre di un colpevole e la squadra non crescerà". L'allenatore spagnolo ha quindi chiesto rispetto per il suo operato.

 

"Mi sono addossato tutte le colpe e tutte le responsabilità, ma il club mi aveva promesso ad agosto tre giocatori - ha continuato -. Non è arrivato nessuno". Quindi è arrivato l'ultimatum dell'ex allenatore del Liverpool: "O la società fa un progetto e compra quattro giocatori subito a gennaio o andiamo avanti così con l'allenatore come unico colpevole oppure il presidente parla con il mio procuratore e troviamo un'altra soluzione". Il presidente Moratti per ora non ha replicato: "La vittoria completa un ciclo favoloso".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -