Juventus, Ranieri: "Speriamo che qualcuno fermi l'Inter"

Juventus, Ranieri: "Speriamo che qualcuno fermi l'Inter"

Juventus, Ranieri: "Speriamo che qualcuno fermi l'Inter"

TORINO - La Coppa Italia per cancellare i dispiaceri del campionato. La Juventus punta la semifinale del

trofeo nazionale e un successo che manca dal 25 gennaio, cioè dall'1-0 alla Fiorentina che tanto ha fatto discutere per gli errori arbitrali commessi a danno dei viola. Poi sono arrivate le due sconfitte in cinque giorni (e altrettanti gol subiti), prima quella di Udine, poi quella contro il Cagliari.

 

L'Inter è scappata di nuovo in vetta ma Ranieri continua a sperare e, soprattutto, è certo che la sua squadra non è di fronte a una nuova crisi: "Sono due sconfitte totalmente diverse: a Udine non siamo stati noi, con il Cagliari abbiamo fatto un'ottima partita che però abbiamo perso. Siamo stati un po' troppo precipitosi quando stavamo vincendo 2-1, eravamo andati più volte vicini al 3-1 ma anche loro avevano dato ampi segnali di essere molto devastanti in contropiede. Già in passato abbiamo dimostrato che, segnato il primo gol, vogliamo fare subito il secondo e siamo stati elogiati per la determinazione nel cercarlo sempre. Stavolta non ci siamo riusciti e ne abbiamo pagato le conseguenze".

 

Quelle più importanti, a livello di classifica, sono il sorpasso del Milan e la fuga dell'Inter: "Mi auguro che si riesca a fermare chi sta davanti per rendere questo campionato più avvincente". Insomma, la Juve tifa per tutte: "Non è bello vedere una squadra che se ne va via, anche se è merito suo, credo che un campionato avvincente fino in fondo sia bello ed emozionante. Ora però mi preoccupa il Napoli...".

 

Che anche nel recente passato ha confermato di essere una brutta gatta da pelare per i bianconeri: "Il Napoli e' un'ottima squadra ma noi faremo di tutto per vincere e andare in semifinale". A maggior ragione in un momento come questo. "Non diciamo 'il momento della Juve': la coppa riveste una certa importanza per noi, come le altre due competizioni".

 

Tanto per cambiare non mancano i problemi di formazione per Ranieri, che dovrà rinunciare anche a Buffon e Marchisio e rischia di perdere Tiago: "Buffon ha la febbre di nuovo e anche Tiago l'ho convocato ma già si sentiva pure lui qualcosina. Vediamo se verrà in ritiro o meno. E' un'annata particolare. Marchisio ha un affaticamento, per cui non lo vogliamo rischiare. Chiellini? Lui era impaziente di entrare a Udine, il ragazzo si sentiva bene, era pronto: è stato solo un affaticamento, non sono molto preoccupato. Zebina? In settimana farà un controllo e se questo darà l'ok, dal lavoro differenziato che sta facendo ora al suo rientro in gruppo passeranno 15/20 giorni".

 

Trezeguet invece non vede l'ora di rientrare titolare: "Iaquinta sta un attimino più avanti, per cui...". Aspetterà.

 

Queste le probabili formazioni:

 

JUVENTUS (4-4-2): 13 Manninger; 21 Grygera, 33 Legrottaglie, 4 Mellberg, 28 Molinaro; 32 Marchionni, 22 Sissoko, 18 Poulsen, 29 De Ceglie; 10 Del Piero, 9 Iaquinta. A disp. 12 Chimenti, 41 Ariaudo, 30 Tiago, 16 Camoranesi, 20 Giovinco, 8 Amauri, 17 Trezeguet. All. Ranieri

 

NAPOLI (3-5-2): 30 Navarro; 13 Santacroce, 28 Cannavaro, 96 Contini; 4 Montervino, 8 Blasi, 23 Gargano, 17 Hamsik, 6 Aronica; 7 Lavezzi, 25 Zalayeta. A disp. 44 Sepe, 2 Grava, 11 Maggio, 3 Vitale, 5 Pazienza, 18 Bogliacino, 9 Denis. All. Reja

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Arbitro: N. Ayroldi di Molfetta

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -