Kubica, segnali incoraggianti. Il primario: ''La mano è calda''

Kubica, segnali incoraggianti. Il primario: ''La mano è calda''

Kubica, segnali incoraggianti. Il primario: ''La mano è calda''

SAVONA - Sono stabili le condizioni di Robert Kubica, il portacolori della Lotus Renault rimasto gravemente ferito in un incidente durante il rally Ronde di Andora, nel Savonese. Lunedì mattina il giovane polacco è stato svegliato per un minuto al fine di verificare le condizioni che le sue funzioni fossero a posto. Quindi è stato nuovamente sedato. La mano destra, ha riferito il professor Igor Rossello, è calda e questo viene considerato dai medici un segnale positivo.

 

Rossello, primario del Centro Regionale di Chirurgia della Mano dell'ospedale San Paolo di Savona , è uno dei chirurghi che hanno operato il pilota di F1. Kubica è stato sotto i ferri per circa sette ore. L'obiettivo era quello di salvare il braccio e la mano destra del pilota, e al termine dell'intervento il primario era moderatamente soddisfatto. "La mano sembra rispondere bene alle sollecitazioni - ha affermato Rossello -. In tarda mattinata risveglieremo il paziente".

 

Il chirurgo ha spiegato che Kubica è stato sottoposto ad un'operazione molto importante, in quanto l'avambraccio del giovane polacco era tagliato in due punti, con lesioni alle ossa e ai tendini. Rossello ha spiegato che all'intervento hanno partecipato sette medici divisi in due equipe (una del reparto di ortopedia e l'altra per emergenza". Il pilota della Lotus Renault, le cui condizioni restano gravi, è ricoverato in prognosi riservata.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -