L'Inter ringrazia Iaquinta, 17esimo scudetto ad un passo

L'Inter ringrazia Iaquinta, 17esimo scudetto ad un passo

Mario Balotelli

E' innegabile: un pezzettino del suo 17esimo scudetto l'Inter lo deve alla Juventus. Perché quando i nerazzurri hanno mollato la presa sul campionato, pareggiando partite già vinte o perdendo contro squadre in netta difficoltà (vedi Napoli), i bianconeri non sono riusciti a guadagnare nemmeno un punto sui diretti avversari, inanellando una serie di risultati negativi che tuttora dura. Ma soprattutto perché il gol di Iaquinta ieri sera a San Siro, che ha pareggiato quello di Clarence Seedorf, ha permesso alla squadra di Mourinho di mantenere il vantaggio di 7 punti sul Milan a 3 giornate dalla fine. Il ché significa che contro il Siena, nel posticipo della 36esima giornata domenica prossima, una vittoria significherà il tricolore.

 

Lo stesso Massimo Moratti ringrazia i bianconeri: "La Juventus ci ha dato una mano, è inutile fare gli snob. Ieri pomeriggio - ha detto il numero uno nerazzurro - ero un poco più seccato, non tanto per lo scudetto ma perchè, due volte in vantaggio, ci siamo fatti raggiungere".

 

"Certamente - prosegue Moratti all'uscita degli uffici Saras - lo stato d'animo ora è migliore, perchè ci ha dato una mano la Juve in una bella partita tra due squadre che hanno dato tutto e alla fine l'1-1 è stato un giusto risultato".

 

"Forse per la stampa è meglio se tiriamo avanti la questione - ha detto ancora Moratti - ma ora ci sentiamo più tranquilli, la squadra è meno in tensione e in casa dobbiamo cercare di vincere".

 

L'ultima parola è su Mario Balotelli: "Se segna gol così, accetto qualsiasi cosa..."

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -