La Juve non vince in Europa, qualificazione a rischio

La Juve non vince in Europa, qualificazione a rischio

 

TORINO - Una Juventus alle prese una lunga lista di infortunati non è andata oltre lo 0-0 contro il Salisburgo. Quella dell'Olimpico di Torino è stata una partita molto deludente, anche se c'è la nota positiva dei giovani (Buchel, Liviero, Giannetti e Giandonato). A completare la serata negativa, Krasic, non brillante, è uscito nel finale per un sospetto stiramento. La squadra di Del Neri, a 4 punti, è adesso costretta a inseguire il duo di testa Lech Poznan-City, appaiati a quota 7.

 

Tra le note negative c'è quella di Amauri, a secco dal 19 agosto, ancora una volta irriconoscibile in campo. La Juve ha fatto davvero troppo poco per segnare e il Salisburgo, impensierendo gli ospiti solo con un gran tiro dal limite di Sissoko parato da Tremmel con non poca fatica ed un paio di iniziative ficcanti di Pepe e Buchel. Da segnalare un goal annullamento a Del Piero. "Abbiamo giocato una gara maschia e per sbloccarla ci sarebbe voluto un colpo di fortuna", ha detto Delneri.

 

Secondo il tecnico bianconero, la Juventus ha "avuto un ottimo atteggiamento, non concedendo nulla al Salisburgo e giocando una partita concreta dietro". Quindi un elogio ai giovanissimi: "hanno giocato un ragazzo classe '93 e tre classe '91 e hanno fatto molto bene. Al loro posto credo che non sarei riuscito a fare dieci metri". Si complica il cammino qualificazione? "Dovremo battere il Lech Poznan e il City e possiamo farlo. Tutti erano stupiti dei tre gol segnati qui dal Lech, ma come abbiamo visto ne ha fatti altrettanti al City, dunque evidentemente qualcosa ha".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -