''La Semenya è un ermafrodito''

''La Semenya è un ermafrodito''

''La Semenya è un ermafrodito''

ROMA - Caster Semenya, la giovane sudafricana di 18 anni che ai recenti Mondiali di Berlino ha dominato la finale degli 800, sollevando forti sospetti sulla sua femmi­nilità, sarebbe un ermafrodito. E' quanto ha rilevato il quotidiano australiano Sydney Morning Herald diffondendo gli esiti dei test ordinati dalla Federazione internazionale di atletica (Iaaf). Dalla Iaaf nessun commento. Il giornale ha spiegato che dalle analisi del sangue è emerso come la 18enne abbia organi sessuali maschili e femminili.

 

Il portavoce dell'Iaaf, Nick Davies, in una mail all'Associated Press, ha rilevato che la Federazione internazionale di atletica ha ricevuto i risultati relativi all'atleta, sottolineando che devono ancora esser esaminati dagli esperti. Quindi occorreranno ancora diverse settimane prima che l'Iaaf possa discuterne con la campionessa mondiale degli 800. Qualunque siano i risultati delle analisi, l'Iaaf ha già confermato che Caster Semenya probabilmente conserverebbe le sue medaglie, perchè in questo caso non si tratterebbe di doping.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -