La Serbia non ci sta: ''Vogliamo rigiocare contro l'Italia''

La Serbia non ci sta: ''Vogliamo rigiocare contro l'Italia''

ROMA - La Serbia ha annunciato che chiederà la ripetizione della gara contro l'Italia valevole per le qualificazioni ai campionati europei del 2012. Il match è stato interrotto dopo sei minuti a Genova a causa dei disordini innescati dagli ultrà serbi. Il presidente della Federcalcio serba Tomislav Karadzic, che ha annunciato di voler incontrare nei prossimi giorni il presidente della Uefa Michel Platini, non ha lesinato ulteriori critiche all'Italia.

 

"Siamo unanimi nella convinzione che l'Italia doveva essere in grado di organizzare il match in maniera adeguata - ha affermato Karadzic -. Tocca al Paese organizzatore evitare ogni possibile episodio di violenza. Noi abbiamo seguito il protocollo e abbiamo avvisato l'Italia dei rischi potenziali".

 

"La Figc attende con serenità gli sviluppi dell'iter disciplinare in corso  presso la Uefa e intende continuare a mantenere un comportamento  responsabile anche a livello di dichiarazioni così come avvenuto, sia nei  comportamenti sia nelle dichiarazioni, nella giornata del 12 e nei giorni successivi", ha risposto in una nota la Federcalcio presieduta da Giancarlo Abete.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -