"Le persone perfette non possono stare con noi comuni mortali"

"Le persone perfette non possono stare con noi comuni mortali"

"Le persone perfette non possono stare con noi comuni mortali"

"Marco era una persona perfetta. E le persone perfette non possono vivere con noi comuni mortali". La cerimonia dei funerali di Marco Simoncelli è terminata da alcuni minuti e la bara del campione di motociclismo è stata sistemata sul sagrato della chiesa di Santa Maria Assunta per l'ultimo omaggio. Ad un certo punto il microfono ha fatto il giro delle persone più vicine a "Super Sic", da Paolo Beltramo a Mattia Pasini. Poi ha preso la parola Kate Fretti.

 

Aveva tanta voglia di ricordare il suo fidanzato. Cinque anni di vita insieme ed una convivenza che li attendeva a Coriano. Vicino ai genitori di Marco. Con estrema tranquillità Kate ha mostrato il suo dolore mascherato da uno sguardo sicuro e fiero. "Ho elaborato una mia teoria - ha esordito -. Lui, aveva solo pregi ed era una persona perfetta. E le persone perfette non possono stare con noi comuni mortali". Alle parole della fidanzata Kate i tifosi hanno liberato un "Grande Marco".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -