Lo Monaco rincara la dose: "Senza Mourinho il calcio italiano non perderebbe granchè"

Lo Monaco rincara la dose: "Senza Mourinho il calcio italiano non perderebbe granchè"

Dopo le "bastonate nei denti" arriva la pronta rettifica dell'amministratore delegato del Catania, Pietro Lo Monaco, in merito alla grossa polemica scaturita tra lo stesso dirigente etneo e l'allenatore dell'Inter, Josè Mourinho, che aveva accusato di scarso fair play il giocatore del Catania, Giacomo Tedesco, ‘reo' di aver simulato e di aver causato così l'espulsione di Sulley Muntari nel match di sabato sera.

 

Attraverso un lungo comunicato stampa diffuso dalla società, Lo Monaco rincara addirittura la dose, facendo così intervenire pure il ministro degli interni, Roberto Maroni. "Innanzitutto la prima pagina certo non mi interessa - ha detto Lo Monaco - Non la cerco e ho conquistato tutto quello che ho raggiunto con il lavoro mio e dei miei uomini, gestendo con oculatezza assoluta quanto permetteva il portafoglio dei miei presidenti, certo meno gonfio di quello dei suoi, senza badare alle luci dei riflettori. Che vergogna ostentare il fatto che lui guadagna anche con la pubblicità e sbattere ciò in faccia a me, ai catanesi e a tutti i piccoli che certamente identifica tutti insieme con la sua insopportabile aria di superiorità e con il suo disgustoso disprezzo. Infine - dichiara orgoglioso il dirigente del Catania - mi chiamo Lo Monaco, non Monaco semplicemente. Sono certo che, d'ora in poi, se ne ricorderà in maniera nitida".

 

E le bastonate nei denti? "La mia frase è assimilabile a un intercalare tipico delle nostre parti - dice Lo Monaco - e non è certo da intendersi come qualcosa che possa istigare violenza o realizzarsi fisicamente, bensì un corollario a tutto un insieme di diverse considerazioni. Se qualcuno, comunque, è stato indotto a comprendere diversamente il senso della mia espressione, ebbene, chiedo scusa fin da ora. Credo che il Catania abbia dimostrato in questi anni il suo forte dissenso verso ogni forma di violenza e sono certo che strumentalizzare la mia frase dimostra solo la pochezza dell'interlocutore".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Quello che ho detto a commento della gara lo confermo tutto - chiude Lo Monaco - l'equità dell'espulsione di Muntari, la nostra sudditanza psicologica e probabilmente quella di qualcun altro, il fatto che lei deve assolutamente vincere, pena un mesto ritorno al suo Paese. Tra qualche mese sapremo. Non credo che il calcio italiano, senza di lei, perda granché".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -